x
Questo sito web utilizza Google Analytics per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso di questi cookie leggi qui
Se penso alle ragioni che mi hanno spinto a realizzare questo sito, non scorgo niente di razionale niente di calcolato o stabilito a priori. Ho sentito una forza interiore che come acqua in un grande bacino aveva bisogno, voglia e desiderio incontenibile di traboccare. Certo, tutto ciò che leggerete è frutto di lunghi anni di ricerche, elaborazioni tecniche e vita vissuta oltre i 2000 metri, ma la spinta, la molla, l’attimo senza tempo che mi ha guidato fin qui,è figlio dell’estro, del coraggio di guardarsi dentro e, credetemi, è più difficile di quello che si può pensare…guardarsi dentro. In un libro a me molto caro, perché scritto da una persona molto in gamba quale il mio amico Eugenio Guarini, pittore, filosofo e creativo ho trovato le parole giuste per spiegarvi i sentimenti che ci danno la direzione quando tutto intorno è silenzio abulico, sterile immobilismo e paura paralizzante. Così parla Eugenio: “ Mettici il corpo e tutta la tua energia nelle cose che fai. È questo il modo per mettere l’anima. Corpo, energia, passione, lavoro giocoso. E se ti accorgi che arrivano i dubbi, le incertezze, i tormenti, le pene, non sederti a tavolino, non metterti la testa tra le mani, non telefonare a un amico, non aprire il diario…scendi vai al fiume, prendi una fionda, prendi le pietre, scava una buca, entra nell’acqua, rotolati per terra, salta, urla parole inconsulte al vento, respira, muovi le braccia. Il tuo corpo ha un’intelligenza e una saggezza che si sprigiona nel movimento. Dopo, solo dopo, quando sentirai le tue gambe solide ed elastiche, quando sentirai la schiena che s’inarca, quando sentirai le mani con la voglia di prendere, modellare, e suonare, allora rientra, telefona all’amico, prendi il tuo diario, traccia il tuo progetto, segui la tua agenda e disegna su fogli nuovi il tuo percorso”.
"Da qui a lì" - Eugenio Guarini – ed Giraldi

Condividi

Copyright Skisensation.it 2013 ©